.
Annunci online

  Ubik [ dal Guatemela (io sono vivo e voi siete morti) ]
         

La tua colpa?
Non conoscere i silenzi di Ubik.
Di quando, la notte, ti invita alla calma.
Di quando ride con il pensiero.
Di quando non fugge.
Di quando non si preoccupa. E decide.
Di quando non vuole consigli.

Ma io e te qui, su un letto.
Il suo calore e i tuoi capelli neri.
Io te e le parole mutilate.

Ti dicevo di Ubik....
Di quando non sopporta le cose che vado scrivendo.
Di quando non sopporta nulla.
Mi capitò di origliare:
pare che si intendesse con Eschilo.

Sabbath, 20/03/2006


 
"Una bombola spray di Ubik
consiste di uno ionizzatore
negativo portatile, con una
unità autonoma ad alto voltaggio
e basso amperaggio, una batteria
ad elio di 25 KV. Agli ioni negativi
viene impartita una rotazione
antioraria da una camera di
accelerazione accuratamente
predisposta, che crea in essi una
tendenza centripeta volta a farli
aderire piuttosto che a disperderli.
Un campo di ioni negativi diminuisce
la velocità degli anti-protofasoni
normalmente presenti nell'atmosfera;
non appena la loro velocità è scesa,
essi cessano di essere antiprotofasoni, e,
per il principio della parità, non possono
più combinarsi con i protofasoni irradiati
dalle persone in congelamento; cioè da
coloro che si trovano in semi-vita.
Il risultato finale è che la proporzione di
protofasoni non annullata dall'azione degli
anti-protofasoni aumenta, e ciò significa,
per un periodo determinato, un incremento
nel campo di attività protofasonica...
ciò che i semi-vivi provano come un aumento
di vitalità e un abbassamento del grado
di coscienza dello stato congelante". (P.K. Dick)


 

 


 




La verità ti renderà libero.
Ma solo quando avrà finito con te.
(E.F. Wallace)


Togliete le maniglie dalle porte

Togliete anche le porte dai cardini.

A.Ginsberg


Solo fredda è la tua pace.
Non dove
passo qualcuno
merita il tuo nome,           

ma quando tardo di viltà ti scordo

e sei cura alla mia sete e sei altrove

A.F.

 


 

 


26 ottobre 2008

::...::


Alexander Tucker - Portal (ATP, 2008)

L’incostante desiderio trama alle mie spalle.
In superficie, l’unica movenza sinuosa emette segnali acustici.
Ho abbracciato il terrore che dona rifugio.

Non mi ha nemmeno ringraziato.






permalink | inviato da Ubik il 26/10/2008 alle 16:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



4 maggio 2008

a Micol

 

Tobias Lilja - Time is on my side (N5md, 2007)

Conosco tutte le derive nelle quali godere nel mettere in scena mutevoli acrobazie. Solo tu rendi il mio corpo degno di essere vissuto. Prego che sempre riesca il mio quotidiano peregrinare ad essere degno scenario alla tua venerazione. Colmo ogni anfratto del mio pensiero dei soli odori che ti appartengono. Consumami ed io tornerò sempre a proteggere la terra scolpita dai tuoi passi.




permalink | inviato da Ubik il 4/5/2008 alle 20:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



29 aprile 2008

Sogni al mercurio


Swans - White Light From the Mouth of Infinity (Young God, 1992)

 
Vinsi la fiducia di molti. Convinsi alcuni della giustezza nella finzione.
Morirei anche solo per il gusto di vedermi mancare.
Ma, io sono vivo e voi siete morti.














permalink | inviato da Ubik il 29/4/2008 alle 23:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



28 aprile 2008

c'è di nuovo



Big Boys - Where's My Towel (Wasted Talent, 1981)

1: Sai che c'è di nuovo?
2: No.
1: Allora vivi solo ricordando il passato?
2: Non lo so.
1: Allora rendi perennemente conto del tuo presente attualizzando il passato?
2: Ma come parli?
1: Ho comprato un vocabolario.
2: Bella chiaveca!
1: Stai attento che il mio cosmo ti sta coinglobando!
2: Allora insisti!
..........








permalink | inviato da Ubik il 28/4/2008 alle 14:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa



12 marzo 2008

AiutArmi

 

Steve Roach - Structures From Silence (Fortuna, 1984)


La guerra sta per iniziare. Feci un dichiarazione. La lasciai incustodita al vento. Non ricordo i termini, sono confuso sulle condizioni. Sconsolato mi avvicino alla trincea.
Le rughe che mi hanno donato si ribellano senza pudore. Provo ad imbastire pensieri-oggetto che mi proteggano dagli attacchi.

C’è caldo qui! Forse non sono solo.

In fin dei conti la musica suona solo per me.




permalink | inviato da Ubik il 12/3/2008 alle 17:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa



10 gennaio 2008

con il pensiero, solo con il pensiero

 


Neu! - Neu! (Astralwerks, 1972)



Brutali imprevisti risparmiarono il compiangersi a vicenda. Solo, piangendo, mi trovai a pelare patatine fritte. Perché? Forse qualcuno tentava di entrare nel mio cosmo?
Lasciatevi perdonare. Ogni intrusione paga il dazio della perdita.

Dall’interno della camera si vedevano macerie/mondo troppo in avanti coi tempi. Macchine a venire. Strutture circolari. Lo slancio della locomozione che si perpetua senza essere compreso.
Ci pensammo a lungo.
Dopo o prima, a seconda del momento, si mangiò e si bevve con la solita parsimonia di particolari.




permalink | inviato da Ubik il 10/1/2008 alle 13:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa



2 gennaio 2008

Intervallo (il meglio del 2007)

                                            Tobias Lilja - Time is on my side (N5md, 2007)






1. Tobias Lilja - Time Is on My Side
2. Dälek - Abandoned Language
3. Murcof - Cosmos
4. Supersilent - 8
5. James Blackshaw - The Cloud of Unknowing
6. Throbbing Gristle - Part Two: The Endless Not
7. Arcade Fire - Neon Bible
8. Sir Richard Bishop - While My Guitar Violently Bleeds
9. Rhys Chatham - A Crimson Grail: For 400 Electric Guitars
10. Wildildlife - Six
11. Volcano the Bear - Amidst the Noise and Twigs
12. Talibam! - Ordination of the Globetrotting Conscripts
13. Raccoo-oo-oon - Behold Secret Kingdom
14. Fabio Orsi & Gianluca Becuzzi - Muddy Speaking Ghosts Through My Machines
15. Pissed Jeans - Hope for Men
16. David Torn - Prezens
17. White Rainbow - Prism of Eternal Now
18. Wooden Shjips - Wooden Shjips
19. Stars of the Lid - Stars of the Lid and Their Refinement of the Decline
20. The National - Boxer
21. Ellis Island Sound - The Good Seed
22. Radiev. - Die
23. Ghost - In Stormy Nights
24. Les Joyaux de la Princesse - Aux Volontaires Croix de Sang
25. Peeesseye - Mayhem in the Mansion, Shivers in the Shack
26. LCD Soundsystem - Sound of Silver
27. A Bad Diana - The Lights Are On But No-One’s Home
28. Alva Noto - Xerrox Vol. 1

Si prega di astenersi dal commentare. La materia non è adatta al bestiame che di solito pascola su queste pagine.




permalink | inviato da Ubik il 2/1/2008 alle 12:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (34) | Versione per la stampa



18 dicembre 2007

dopo, in volo



Stephan Micus - Ocean (ECM,1986)

Conquistando le vette dell’inquietudine, il nostro co-pilota falsò di 35° ovest la planata, fingendo di conoscere l’arcana destinazione. Giunti a terra aprì le casse e, meravigliando nessuno, ne tirò fuori libri, epistolari, carillon, dentiere e barbe finte.

Ci sdraiammo su una roccia pelosa.
Misi della musica

“Torno a casa!” disse lui
“Come?” gli domandai
“a nuoto”, mi rispose
“ma non sai nuotare” dissi
“imparerò strada facendo”, e si addormentò.




permalink | inviato da Ubik il 18/12/2007 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa



7 dicembre 2007

e di un viaggio in Andalusia



John Fahey - Fare Forward Voyagers (Takoma, 1973)

Soavi consolazioni. Restammo appiedati lungo il sentiero andaluso. Un uomo senza braccia ci indicò la pianta all’ombra della quale il bosco canta i suoi ricordi. Aveva ucciso a testate un serpente troppo curioso. Noi svenimmo ridendo, contenti di sognare per rimediare agli incubi donati dalla mandragora…

Uno di noi fuggì. Ma, correndo, si accorse di girare in circolo.

Capimmo di essere giunti a destinazione.




permalink | inviato da Ubik il 7/12/2007 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa



30 novembre 2007

di un'odissea



Murcof - Cosmos (Leaf, 2007)

Si cambia mezzo. Inutile cercare di allontanarsi.
Quel suono concepisce solo incontri con misteriche nebulose. Ai compagni di viaggi dico: allontaniamo le nostre menti dal mistero quotidiano. Qui si tratta di assolvere compiti che richiedono concentrazione. I vostri convincimenti non salveranno nessuno. Non c’è nessuno da salvare.


Il messicano stavolta ha puntato più in alto e ha centrato sicuramente il bersaglio. Misurato e, al tempo stesso, maestoso. Cuerpo Celeste, Cosmos I, Cosmos II e Oort disegnano scenari di abbagliante bellezza e mistero. Concepite, impeccabilmente, in maniera classico-avanguardista proiettano il buon Corona nel gotha dell'avanguardia elettronica di questo scorcio di inizio secolo. Senza nulla togliere alle altre due tracce che, bellissime, appartengono più al modus operandi ed al background minimal techno del nostro.   




permalink | inviato da Ubik il 30/11/2007 alle 11:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa


sfoglia     maggio       
 


Ultime cose
Il mio profilo



Micol
sabbath
bazarov
Barney
escopocodisera
Vinteuil
retinait
opisant
Trofimovic
Ondarock
steve roach
vidna obmana
wire


Blog letto 43126 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom